Cerca nel blog

lunedì 18 giugno 2012

La taglia dei pantaloni

Come dice un bravo medico, il dottor Oz, dopo i 40 anni gli uomini non cambiano mai taglia dei pantaloni, semplicemente li abbottonano più in basso.
In realtà c'è poco da ridere, perché la circonferenza addominale è un ottimo indice della deposizione di grasso viscerale, e di conseguenza del livello di  infiammazione sistemica, quella che predispone per le malattie cardiovascolari.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=295026944204811&set=a.131321330575374.1073741828.100010925236365&type=3&theater



Quando si migliora l'alimentazione, e si intraprende attività fisica, a prescindere dalla perdita di peso effettiva, la circonferenza addominale si riduce, e parallelamente il rischio cardiovascolare.
Ma perché aspettare di assomigliare ad uno struzzo?
Meglio non far mai mancare una passeggiata ogni giorno, ed evitare dolci, insaccati e prodotti industriali, favorendo frutta, verdura, pesce, pasta e pane preferibilmente integrali.



Aggiornamento 7/3/2017

Un lieve sovrappeso, ma con concentrato nella zona addominale, appare più pericoloso per la salute dell'obesità, in uno studio condotto su oltre 160 mila donne in post-menopausa


Aggiornamento 16/10/2017

Il grasso addominale genera grasso: influisce negativamente sulla spesa energetica, favorendo l'accumulo ulteriore di kg

Aggiornamento 1/11/2017


L'obesità sarcopenica è un fenomeno per cui, nonostante un peso apparentemente normale, si ha mancanza di muscolatura e un eccesso di grasso, spesso concentrato nell'addome. Le persone che ne sono affette hanno un rischio cardiovascolare paragonabile a quello delle persone sovrappeso. Per prevenirla e gestirla, oltre a un sufficiente quantitativo proteico e di attività fisica, una conferenza scientifica ha stabilito di consigliare alimenti densi di nutrienti come polifenoli, alcaloidi, caroteni e omega 3

Nessun commento:

Posta un commento