Cerca nel blog

mercoledì 29 agosto 2012

Soda-tax

Tra le proteste e le incomprensioni, si parla in questi giorni di introdurre una tassa sulle bibite edulcorate. Si tratterebbe di un aumento stimato di 3 centesimi a confezione, cioè un aumento irrisorio che non ne scoraggerebbe l'acquisto.
Sui danni delle bibite gassate e in particolare dello zucchero aggiunto ho già parlato. La mia modesta opinione è che tali tasse sono inconsistenti e sono solo una scusa per fare cassa e non per migliorare la salute delle persone. Esse dovrebbero essere molto alte, come già accade per tabacchi e alcolici, prodotti paragonabili in quanto a tossicità, in modo da farle consumare soltanto in occasioni speciali, e non quotidianamente come accade in molte famiglie e a molti dei miei pazienti prima che si rivolgano a me.
Gli incoscienti sostengono che si tratti di un metodo per far soffrire i meno abbienti negandogli un piacere: in realtà sarebbe proprio un modo per evitare a persone più deboli e con meno cure a disposizione torture come l'obesità e il diabete, oltre che far risparmiare al SSN miliardi di euro.
E ripeto come sempre: disincentivazione del consumo dei cibi spazzatura con l'educazione alimentare!

Aggiornamento 15/5/2015

La tassa sul cibo spazzatura in Danimarca (in questo caso grassi saturi) sembra avere un discreto impatto sulla salute.

Aggiornamento 8/6/2015

La prossima volta che sentite la pubblicità della Sprite che dice "ascolta la tua sete", rispondete alla sete che le bibite zuccherate esacerbano la deidratazione

Aggiornamento 14/7/2015

Volete far mangiare ai bambini l'insalata? usate le stesse tecniche dei fast-food: abbinatela ai supereroi.
La tassa sul junk food appare funzionare, almeno in Messico.


Aggiornamento 8/10/2016

Pare che Coca Cola voglia pagare i dietisti USA per twittare contro la tassa sugli zuccheri.

Update 13/10/2016

L'OMS chiarisce che la tassa sullo zucchero è utile per la riduzione dell'epidemia di obesità. Aspettiamo la risposta degli esperti nutrizionisti dal sito merendineitaliane.it


Aggiornamento 3/11/2016

I consigli per liberarsi dalla dipendenza da zucchero.

La tassa sulle bevande zuccherate adottata in Messico sta dando risultati: nei prossimi anni sono previsti 190mila casi di diabete, 20 mila ictus e infarti e 19mila morti in meno


Aggiornamento 31/1/2017


Anche Harvard spinge per la tassa sullo zucchero.

Aggiornamento 16/2/2017

Gli interventi col migliore rapporto costo-benefici per quanto riguarda la prevenzione dell'obesità: tassa sulle bibite gassate, rimozione dei sussidi per il cibo non salutare, mense scolastiche e soprattutto distributori con cibo sano
Anche in Australia si scrive a favore della tassa sul cibo spazzatura

Aggiornamento 8/3/2017


La tassa sulle bevande zuccherate in Messico continua a dare buoni risultati

Nessun commento:

Posta un commento