Cerca nel blog

giovedì 6 settembre 2012

C'è del buono in Danimarca


In Danimarca hanno fatto un semplice ragionamento: i grassi trans fanno male, li vietiamo. In realtà il loro uso è permesso in minime quantità, ma almeno hanno fatto qualcosa. Nel resto d'Europa (e del Mondo) le persone ignorano quanto siano dannosi questi grassi.

http://chemistry.tutorvista.com/biochemistry/trans-fatty-acids.html#


Nati per sostituire il burro a prezzi bassissimi, ricavati da oli di scarto di infima qualità, hanno un aspetto poco attraente se visti "al naturale" come nell'immagine sotto


http://nutritionhealthnet.com/2011/04/01/trans-fats/


Tuttavia li mangiamo tranquillamente se inclusi negli ingredienti di gelati, paste sfoglia, pizze pronte, panna vegetale, margarine, fritture industriali ecc., in particolare se hanno prezzi convenienti.
Il loro boom risale a quando si scoprì l'associazione tra colesterolo sanguigno e malattie cardiovascolari: essendo privi di colesterolo, si disse che lo avrebbero fatto scendere, demonizzando uova, formaggi e carni; senonché si scoprì che non c'è nessun legame tra colesterolo introdotto e plasmatico, perché la quasi totalità di quest'ultimo è dovuta al metabolismo epatico e non alle quantità ingerite col cibo. E il metabolismo è talmente alterato da questi ingredienti che non solo fanno aumentare l'LDL (il colesterolo cattivo) ma oltretutto riducono l'HDL (il colesterolo buono).
Come vengono prodotti?
Gli oli vengono sottoposti ad un processo chimico industriale, detto idrogenazione, e diventano solidi a temperatura ambiente. Ma così facendo si producono molecole che in natura non esistono, i nostri enzimi non le riconoscono e i nostri organi non riescono a metabolizzarle come dovrebbero.



http://www.cargillfoods.com/na/en/products/oils-shortenings/overview/oils-and-shortening-101/index.jsp


Nasce così una delle peggiori invenzioni della storia dell'umanità: dobbiamo mangiarne ancora per molto? Evitiamo i cibi che nell'elenco degli ingredienti hanno "oli (o grassi) vegetali" non meglio specificati: quasi sicuramente sono presenti questi dannosissimi grassi!

Aggiornamento 15/5/2015

La tassa sul cibo spazzatura in Danimarca, contenente grassi saturi, sembra avere un discreto impatto sulla salute.



Aggiornamento 7/6/2016

Vietare i grassi trans ha portato ad una riduzione delle morti cardiovascolari del 70% (2 vite al giorno). Con tanti saluti a quelli che dicono "di tutto un po'" "è la dose che fa il veleno" ecc ecc






Aggiornamento 1/8/2016

Pare che anche alla FDA si siano accorti che i trans fanno male e si dovrebbero bannare per ridurre le morti per malattie cardiovascolari.


Aggiornamento 28/12/2016


10 cibi che ancora oggi, almeno negli USA, possono contenere grassi trans.


Update  2/3/2017


Come si fa ad aumentare del 78% la possibilità di non sopravvivere ad una diagnosi di tumore al seno? Consumando grassi trans


Update  11/5/2017

I grassi trans si trovano facilmente in prodotti da forno, fritti fatti con oli vegetali, crackers ecc. In 11 contee dello stato di New York sono stati messi al bando, e questo in pochi anni (dal 2002 al 2013) ha causato una riduzione del 6% degli eventi cardiovascolari

2 commenti:

  1. Quali sono i cibi da limitare quindi nella nostra alimentazione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In generale ti dico: se lo cucini tu e sai quello che c'è, ti puoi fidare. Per esempio la maionese è facilissima da fare, e sai che uova e che olio ci stai mettendo.
      Certo per come viviamo oggi è probabilmente impossibile escludere i cibi industriali e raffinati, ma limitarli è fortemente consigliato!

      Elimina