Cerca nel blog

lunedì 15 febbraio 2016

Colazione: altre prove della sua importanza



I diabetici che non fanno colazione hanno una glicemia più alta dopo pranzo. Insomma non basta un taglio calorico per migliorare il profilo glicemico, come dicono tanti, ma il fatto di non fare colazione aumenta gli ormoni dello stress riflettendosi così sulla glicemia. Questo effetto è chiamato "second meal effect", ossia un pasto (in questo caso il non pasto) influenza la risposta metabolica di quello successivo.

La nutrizione non è una materia semplice, non ci si deve fermare alle semplici percentuali di nutrienti senza considerare gli effetti metabolici che hanno quei nutrienti.


Aggiornamento 21/12/2016


L'inflessibilità metabolica, la difficoltà nel passare dall'ossidazione dei carboidrati a quello dei grassi, tipico di chi abbia alterazioni metaboliche come iperinsulinemia, sedentarietà, pregresso dimagrimento, saltare la colazione, aumenta l'importanza dell'indice glicemico. In questi casi è più facile accumulare il grasso perché una scarsa massa magra non "tampona" le calorie di troppo, e il partizionamento dei nutrienti viene diretto verso l'immagazzinamento dei lipidi.

Aggiornamento 8/2/2017


Per la prima volta una società scientifica, quella dei cardiologi americani, si spinge a dare indicazioni non sulla qualità e quantità dei cibi, ma sull'"ordine" dell'alimentazione. La posizione consiglia di evitare di saltare i pasti, la colazione in particolare, mangiare disordinato, evitare lo spiluccamento, fare un lungo digiuno notturno, utilizzare cibi salutari per gli snack. Approva inoltre il digiuno alternato. Tutte queste pratiche sono viste come preventive delle malattie cardiovascolari.


Aggiornamento 8/5/2017

Fare colazione a casa si associa a minor probabilità di recuperare il peso perso dopo la dieta


Aggiornamento 13/7/2017


Una colazione lowcarb può aiutarvi a essere una persona più tollerante. In questo esperimento le persone sono state divise in 2 gruppi. Nel gruppo delle persone con un'alta introduzione di carboidrati si tendeva a dare delle punizioni più severe rispetto al gruppo con una più alta introduzione di proteine e grassi. Il cibo è in grado di influenzare la biochimica e le funzionalità cerebrali.

Aggiornamento 6/7/2017


Saltare un pasto ogni tanto non sembra legato ad una riduzione del dispendio energetico, ma saltare la colazione aumenta la predisposizione al diabete anche senza aumento di peso

Nessun commento:

Posta un commento