Cerca nel blog

venerdì 3 giugno 2016

Salute visiva


La protezione della salute visiva, in particolare dalla degenerazione maculare, secondo Harvard, con alcuni nutrienti.

Luteina (broccoli, cavoli, spinaci, uova) e zeaxantina (mais, papaya), omega 3 (pesce grasso pescato, semi di lino), vitamina A (vegetali gialli e arancioni, tuorlo), vitamina C (frutta e verdura fresche), vitamina E (oli non raffinati, frutta oleosa), zinco (ceci, ostriche, carne).

http://jokideo.com/night-vision-on/


Update 14/7/2016


Una dieta ricca in frutta e verdura spiega probabilmente l'assenza di difetti visivi in una popolazione di cacciatori-raccoglitori sudamericana. Io aggiungo anche l'assenza di smartphone e monitor vari.
Alcuni consigli da Harvard per la salute visiva, con conferma dell'uso abbondante di vegetali.

Update 4/10/2016

I nitrati alimentari (succo di barbabietola, brassicacee e vegetali a foglia ad esempio) possono aiutare a tenere bassa la pressione oculare e prevenire il glaucoma. Prevengono inoltre la degenerazione del nervo oculare migliorando il flusso di sangue.



Update 14/10/2016

Appare importante per chi sta molto al PC prendersi delle pause, mangiare e integrare bene, idratare gli occhi per prevenire i problemi.

Update 14/12/2016

La progressione del glaucoma può essere bloccata utilizzando le bacche come mirtilli lamponi ecc grazie alle antocianine.
Nella popolazione sana non vi è evidenza che i multivitaminici prevengano o ritardino la degenerazione maculare, mentre in chi la ha già c'è una lieve evidenza che ritardino la progressione.



Update 9/5/2016

Un derivato degli omega 3 blocca la morte delle cellule retiniche e previene così la neurodegenerazione


Aggiornamento 9/6/2017

Una buona assunzione di omega 3 si conferma  previenire  l'insorgenza di retinopatia nei diabetici



Aggiornamento 9/7/2017

Nuove linee guida sul pesce dagli USA. Evitare il pesce di grossa taglia (pescespada, sgombro reale ecc)

Inoltre i pesci allevati hanno quantità maggiori di omega 6, per cui preferire il pescato.


Aggiornamento 21/7/2017

Il DHA, un grasso omega 3 a lunga catena, è fondamentale per l'acuità visiva: senza di esso la retina non funziona correttamente.

Aggiornamento 24/9/2017

Anche l'occhio vuole la sua parte... di microbi. Contrariamente a quanto ipotizzato, nell'occhio risiede una comunità di batteri che previene la colonizzazione dei patogeni, e trattare le infezioni con antibiotici può peggiorare la situazione

In persone con degenerazione maculare, l'integrazione di zinco, rame, vitamine C ed E e luteina è efficace quanto i farmaci, ma molto meno dispendiosa

Update 8/10/2017

Le antocianine si confermano una fibra prebiotica per la crescita dei batteri buoni, in particolare bifidi.


Update 12/11/2017

Molti antiossidanti possono migliorare la vista degli schermi: antociani, zeaxantina e luteina


Aggiornamento 14/12/2017

É stato individuato un derivato dei grassi omega 3 che favorisce l'avanzamento della retinopatia diabetica in un modello animale. Agisce a livello della barriera ematoencefalica quindi potrebbe essere correlato anche con le malattie neurodegenerative

Aggiornamento 21/12/2017


Anche l'occhio ha il suo microbiota e potrebbe essere migliorato con i probiotici oculari.

Aggiornamento 23/1/2018

Gli omega 3, in particolare in forma di olio di krill, migliorano la sindrome dell'occhio secco

Aggiornamento 1/4/2018


La supplementazione con vitamina A può migliorare il campo visivo, la mobilità e la qualità generale della vista in bambini affetti da retinite pigmentosa

Aggiornamento 28/4/2018


Il cioccolato amaro aumenta l'acuità visiva. Grazie alla sua ricchezza in polifenoli infatti migliora la vascolarizzazione della retina


Aggiornamento 14/5/2018

I migliori alimenti per l'occhio: cavolo, patate dolci, salmone selvaggio, frutti di bosco, tè verde.

Aggiornamento 17/5/2018

La secchezza oculare (sindrome dell'occhio secco) può essere dovuta ad una carenza di acidi grassi essenziali

Aggiornamento 11/6/2018

Dopo anni di dibattito, forse si è arrivati alla conclusione: studiare tanto aumenta il rischio di miopia

Nessun commento:

Posta un commento