Cerca nel blog

domenica 3 marzo 2013

Salviamo i ragazzi

Un ottimo programma davvero, Tesoro salviamo i ragazzi, in onda su Sky (e Cielotv). Il titolo in inglese rende meglio ("Honey, we're killing the kids"), ma ci accontentiamo.
Il protagonista è Marco Bianchiricercatore, molto preparato. Belle ricette, fantasiose, colorate e sane, buone nozioni scientifiche, anche se ogni tanto si vede che ha una preparazione da biochimico e non da nutrizionista puro.



Ottimo per quanto riguarda l'educazione alimentare (pasti sani, sazianti e completi, uso dell'integrale, esclusione del raffinato e del junk food) e l'attività fisica, il programma da anche spazio ai problemi psicologici che spesso spingono i bambini obesi ad isolarsi e mangiare più del necessario (e male), e magari i genitori a coccolarli col cibo.
Per i genitori è uno shock vedere le immagini dei figli elaborate dal computer quando avranno 40 anni, in caso non cambino stile di vita.






Nei giorni scorsi non mi è piaciuto però quando ha cucinato le frittate senza uovo, ma con una crema di ceci, affermando che avrebbero avuto più proteine e niente colesterolo.
Falso: le uova sono una delle migliori fonti di proteine e ribadisco che non c'è nessun legame tra colesterolo ingerito e colesterolo plasmatico: ciccio, aggiornati!

Update 14/7/2016

Volete far mangiare ai bambini l'insalata? usate le stesse tecniche dei fast-food: abbinatela ai supereroi.

Update 3/10/2016

L'infiammazione correlata all'obesità appare reversibile nei bambini: meglio pensarci finché si è ancora in tempo!


Aggiornamento 12/10/2016

Negli USA molti bambini senzatetto sono obesi. Questo può sembrare strano, ma la scarsa qualità del cibo, assenza di cibo fresco e precarietà della vita contribuiscono all'aumento di peso.



Aggiornamento 12/12/2016

Spesso i bambini sovrappeso vengono percepiti dai genitori come perfettamente normali: questo è dovuto a fattori psicosociali. Questo è molto grave perché questi bambini continueranno ad avere uno stile di vita errato.

Aggiornamento 3/2/2017


Del fast food non fa male solo il cibo, ma anche il packaging. Nelle confezioni sono infatti presenti i PFAS, gli stessi delle pentole antiaderenti rovinate per capirci, che passano nel cibo in maniera significativa

Nessun commento:

Posta un commento